SGUARDI SULL’OCCIDENTE

 

di Antonio Saccà

Mi sono svegliato presto, credo che alzarsi alle 5.00 a.m. sia alzarsi presto, fuori ombreggiava, il Sole trascinava il suo carro di luce altrove, caffè, orzo, gelato, stamattina, una novità estiva, poi sulla sedia presso la finestra esposta alla strada, imposte spalancate, una ventata fresca, pulita, da sorsare e farsi avvolgere, una ventata giovanile, salutare, animata da spiriti vitali…..Seminudo mi coglie intero, svegliandomi in pieno godimento la coscienza di esistere, di quanto è bello vivere. Mi espongo al venticello come se mi bagnassi nel mare, mi accorgo che le imposte e qualche mobile sono dorati, un giallo limpido li riveste risplendendoli, anche l’albero che appoggia rami e foglie nella mia finestra luce di verde dorato… È giunto il Sole! L’oro si diffonde, oro il divano, oro i libri, oro il pavimento, oro le mie mani e tra le dita, felice di vivere, colmo di vita, i palazzi dorati in cima, le vetrate riflettono oro abbacinante alle vetrate… Vento, frescura, sole: condizioni di felicità. Ed invece… Ed invece la mente torna al pensiero ossessivo: c’è la malattia! Anzi, tante malattie.
Gli Stati Uniti sono percossi, all’interno dagli afroamericani, all’esterno dalla Cina. Gli Stati Uniti sono potentissimi, l’attacco è micidiale, però. Avrà conseguenze. Gli afroamericani tendono con violenza all’eversione della civiltà occidentale, o in ogni caso potrebbero rendere gli Stati Uniti un Paese instabile, incontrollato, distruttivo di sé. All’esterno, la Cina cerca di invadere i mercati, fornire le sue tecnologie, accumulare con l’esportazione, acquistare dove è possibile ed il meglio possibile, una penetrazione di lungo respiro con mezzi sconfinati ed atti spietatissimi. Taluni credono che bisogna coesistere, vero, ma come si riesce a coesistere se l’altro si espande, entra nel tuo spazio? I rapporti di potenza sussistono anche in epoca liberale, democratica e apparentemente, velleitariamente bonacciona, integrativa, universalistica. La Cina è universalistica in questo senso: che vuole dominare l’universo! E non cambierà se cambiasse Presidenza in America, a meno che gli Stati Uniti non cedessero. Una catastrofe per l’intero Occidente. In quanto agli afroamericani, vivono spesso in condizioni orribili e forse ritengono che sia venuto il momento di farsi giustizia: comprensibile. Ma non si tratta di chi ha ragione, di considerare le ragioni degli altri, se le ragioni degli altri mi annientano io mi difendo. Questa è la vita, per chi vuole vivere.
È accaduta una evoluzione, gli afroamericani non vogliono integrarsi vogliono dominare, la situazione è simile alle relazioni con la Cina, anche la Cina vuole dominare, la coesistenza è il modo per dominare fingendo la…coesistenza. Non c’è da illudersi (non mi illudo), afroamericani, all’interno, cinesi, all’esterno, opereranno all’estremo per affliggere gli Stati Uniti, con questa o con diversa Presidenza. Il meno che occorre fare è impedire che si attui questo scopo. Non so se il Virus è un’arma che la Cina ha gettato contro il Mondo. Possibile. È capace di tutto.
In Europa sta accadendo un fenomeno che non si tiene in debito rilievo. La Turchia è protagoniste del nuovo preteso dominio musulmano che tenta di estendersi all’Europa. Non so quanto realismo, quanta realizzabilità abbia tale pretesa ma la pretesa sussiste. Se la Turchia riuscirà a dominare la Libia, per alcuni paesi europei, in specie il Nostro, sarà un precipizio; lo stesso se prenderà le fonti di energia del mare cipriota. Con un tasso di natalità vertiginoso e il nazionalismo imperiale mussulmano, per così dire, legato al potere energetico, la Turchia si propagherà in Europa a fiumane. Disgraziata, magnifica Europa, che non sa unirsi, non sa difendersi, non sa armarsi, non genera figli, non ha una religione nazionale ma sciaguratamente la religione …dell’accoglienza, che è la religione dei suicidi, mentre la religione deve suscitare difesa della diversità! La Germania non è in condizioni spirituali di unire l’Europa sotto il segno della civiltà e della potenza europea, ha scelto l’imperialismo economico, la Francia avrebbe qualche velleità, ma non ha uomini adeguati né forza economica. Eppure occorrerebbe un impero europeo, un sovranismo europeo. Improvvidamente gli Stati Uniti odierni vogliono smembrarci e la gloriosa Inghilterra preferisce la solitudine… in compagnia degli Stati Uniti! I paesi europei sono talmente sconnessi tra di loro che non hanno la visione di un’Europa imperiale come bisognerebbe che fosse avendo a che fare con nazioni imperiali, Stati Uniti, Cina, mussulmani espansivi, la Russia è in condizioni problematiche. Fragilissima, l’Italia, tra vagheggiamenti “verdi” e accoglienze generalizzate, distruzione dell’imprenditorialità, statalismo che sfocia in una economia diretta dai partiti e dalla soluzione della disoccupazione con la…carità di Stato, senza valorizzare il divino e umano lavoro! Che gli Stati Uniti, tengano!
Ultime notizie. Siamo sotto tutela. Sarà l’Unione Europea che formerà organismi per “aiutare” (obbligare) i paesi ad usare il denaro! Paradossalmente è una buona notizia, l’Italia, da sé, con un Governo quale l’odierno, sarebbe in grado di formulare soltanto conflitti. Sotto controllo!

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.