Salute, ambiente, innovazione e Geopolitica, Edizione online per il Global Health Festival

da redazione

 

 

Specie di questi tempi parlare di salute è quanto meno determinante e doveroso; farlo poi con una certa cautela e consapevolezza significa non lasciarsi assorbire da migliaia di voci e pareri contrastanti.

In questi giorni si sta svolgendo IL FESTIVAL DELLA SALUTE GLOBALE, rigorosamente online, appuntamento visibile su www.festivalsaluteglobale.it o sulla pagina Facebook.

Il GlobalHealth, Festival della Salute Globale, è un’occasione per conoscere e informarsi direttamente sull’attuale situazione sanitaria globale, sulle ripercussioni su: ambientale, sociale, economica e culturale.

L’obiettivo è creare maggiore consapevolezza nei cittadini, specie i più giovani, e i professionisti della futura classe dirigente.

 

In corso dal 9 Novembre il Festival si conclude nella giornata di Domenica 15 Novembre , quando tra gli altri, saranno ospiti di un atteso appuntamento, le relazioni su “Planetary Health” di Domenica 15 ore 19, il Prof. Walter Ricciardi e il Prof. Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto Mario Negri di Milano. “Sarà l’occasione per sottolineare che la salute dell’uomo è strettamente intrecciata a quella del pianeta – spiega il Prof. Walter Ricciardi, Professore di Igiene all’Università Cattolica e Consigliere del Ministro Roberto Speranza, – Se non curiamo contemporaneamente le condizioni di acqua, aria, clima e alimentazione, questo risponderà portandoci a una estinzione, l’ennesima che si verificherebbe sulla Terra. Dobbiamo essere razionali, capire come curare noi stessi e il nostro pianeta. L’esempio più lampante è dato proprio dall’attuale pandemia: questi virus erano eventi rarissimi in passato, eppure negli ultimi anni ne abbiamo già conosciuti tanti e pericolosi”.

 

 

Siamo entrati in un periodo storico in cui questi virus e queste pandemie saranno sempre più frequenti – prosegue Ricciardi- Possiamo scongiurare questo tipo di fenomeni sia nel breve che nel medio-lungo termine. Nel primo caso si agisce trovando vaccini e terapie, ma in questo modo non risolveremo il problema, perché col tempo arriveranno nuovi virus e nuove pandemie. Anzi, con questo coronavirus ci è andato anche bene, perché ha una bassa letalità; se con il prossimo virus quest’ultima dovesse essere più alta, i risultati sarebbero disastrosi. Occorrerà quindi, e questo è il secondo punto, elaborare anche strategie di prevenzione per il medio-lungo termine. Gli uomini battono i virus da millenni, ma se i virus imparano, e approfittano delle nostre debolezze, sociali e politiche, potremmo arrivare a delle catastrofi”.

Tra gli appuntamenti principali si segnalano quelli della giornata odierna, Sabato 14 Novembre, che si è svolto alle ore 10 la relazione di Peter Doherty, One Health, introdotta da Alessandro Malpelo. Alle 15 invece, Seth Berkley, Emanuela Del Re e Peter Sands hanno discusso su “L’impatto del Covid19 nei paesi medio e basso reddito e le strategie per mitigarne gli effetti”, con il coordinamento di Manuela Lucchini. Alle 17, invece, è stato l’intervento di Walter Ricciardi su “La missione europea per conquistare il cancro”, con l’introduzione di Alma Grandin.

Per quanto riguarda invece la giornata di domani, Domenica 15 Novembre, giornata conclusiva del Festival: alle ore 11 sarà il focus di Anton Pozniak su “Aids: cosa è cambiato e cosa deve cambiare per sconfiggerla”, con l’introduzione di Stefano Vella. Alle 17 Luca Borghi introdurrà Andrea Crisanti e la sua relazione su “La dinamica della trasmissione del Covid-19 e le misure di prevenzione: l’esperienza di Vo'”. Alle 18, invece, Stefano Vella racconterà “Le epidemie della storia e quelle che verranno”, introdotto da Federico Mereta.

Il festival si concluderà alle 19 con l’approfondimento su “Planetary Health”, a cura di Walter Ricciardi e Giuseppe Remuzzi, con il coordinamento di Alessandro Malpelo.

IL FESTIVAL – Il Festival della Salute Globale è ideato e progettato dagli Editori Laterza, in collaborazione con il Comune e l’Università di Padova, con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Padova e della Camera di Commercio di Padova. Partner della manifestazione, la ONG Medici con l’Africa CUAMM. La Direzione scientifica è curata dal Prof. Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene e Medicina Preventiva all’Università Cattolica, e dal Prof. Stefano Vella, già Presidente dell’AIFA e Direttore del Centro per la Salute Globale dell’Istituto Superiore di Sanità e attualmente docente di Salute Globale, Facoltà dell’Università Cattolica. Tutti gli approfondimenti sono visibili sul sito e via Facebook in diretta e in registrata.

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.