Prove tecniche di distrazione di massa

di Cristian Arni

 

 

Tra pandemia, crisi dei mercati finanziari ed esercitazioni NATO, proviamo a capire brevemente come l’opinione pubblica percepisce questo momento.

 

30.000 unità statunitensi hanno raggiunto il Nord Italia; sembrerebbe ci siano carri armati nascosti da qualche parte. I soldati giunti in piena epidemia a causa del Corona Virus, sarebbero “sbarcati” privi delle misure di sicurezza varate dal dpcm del Governo Italiano.

Nel frattempo, l’OMS ha dichiarato lo stato di pandemia, su vasta scala un’epidemia in rapida diffusione viene chiamata in questo modo; talvolta le parole spaventano più del loro significato, seppure in maniera in- giustificata.

La Corea del Nord insieme a Russia, Turchia, Libia e altre zone del comparto euro- asiatico sembrerebbero essere immuni da covid- 19, i loro anticorpi sono speciali? Sono nati con la camicia? Isole felici sullo scacchiere mondiale o semplice cautela nel far uscire informazioni interne?

Trump blocca i voli dall’EU, sembra che l’Inghilterra sia fuori da questo “off- limit”, del resto non facendo più parte della UE, non rientra nelle restrizioni del Presidente americano.

Ad Hong Kong, dopo le rivolte per l’autonomia dal Governo centrale, il corona virus ha spento i bollenti spiriti, e al momento che scriviamo, si direbbe che anche il covid- 19 si sia preso una pausa, del resto Hong Kong a differenza delle altri città, ad esempio Wuhan, è Cina ma non è Cina, quindi il virus è stato confinato, nonostante il primo caso di contagio canino.

 

 

Il Sud Corea invece è il primo paese per numero di casi, seguito subito dopo dall’Italia, che pure sta facendo la conta con il covid-19, tra restrizioni imposte dal Premier Conti e il buon senso, parrebbe, dei cittadini, che finalmente si sentirebbero parte di una comunità; dopo l’incotro a Teano tra il Re e Garibaldi, all’indomani dell’unificazione del paese, Massimo D’Azeglio disse: “Fatta l’Italia, bisogna fare gli Italiani”, poi sarà tutta un’altra Storia, ma a creare la coesione sociale, e lo spirito di popolo ci penserà un’epidemia giunta dal Sud-Est della Cina, esattamente da Wuhan, culla del corona virus, e dell’identità italiota!

Nel frattempo i terrapiattisti proseguono le loro teorie sul fatto che il pianeta terra non sia una sfera, bensì piatta e che il mondo finisca al’ di là delle Colonne d’Ercole, motivo per cui il Covid-19 non esisterebbe secondo alcune teorie “gomplottistiche”, bensì si tratterebbe di uno stratagemma per distoglierci da altri annosi argomenti.

Intanto la Cina riscopre finalmente il cielo azzurro oltre la coltre di inquinamento; le metropoli cinesi con i divieti imposti dal Governo di Pechino, che ha prese misure drastiche per frenare la diffusione del corona virus, finalmente hanno ridotto le emissioni nell’aria di CO2, per la felicità non solo di Greta Thumberg. 

Il calo della produzione procede di pari passo con la crisi economica, perchè il covid-19, questo microscopico batterio, ha fatto, e continua a far segnare gli indici della Borsa e dei Mercati finanziari, un ribasso con segni negativi che non si vedono cifre simili neanche in Antartide, che pure ha sperimentato in queste settimane temperature oltre i 20°.

Cala il turismo, aumentano i contagi, c’è un gran da fare negli ospedali di tutto il mondo, e l’Italia è in prima linea con il suo personale medico ed infermieristico, ma tutto il comparto sanitario sta dando prova di grande spirito e impegno, grazie ragazzi!

Dicevamo, c’è un gran da fare negli ospedali italiani e un gran da fare anche sui social, ormai tutti a pubblicare, postare articoli di ogni tipo e natura, con teorie e tesi più disparate, abbiamo addirittura letto che il Covid- 19 si stato sparso da truppe extra terrestri per frenare la crescita demografica sul pianeta terra; altri invece hanno dichiarato che dietro il Covid-19 si nasconderebbe il movimento H+. Gli italiani, nell’isolamento imposto dalle misure del Governo con l’invito a stare a casa per arginare il diffondersi del virus, sono diventati ancora più social e diffondono video e dirette Live Streaming sulle piattaforme sociali, per vincere l’isolamento, altri sarebbero stati colti dal morbo dell’iper informazione, colti dalla sindrome del giornalismo casalingo, si sono improvvisati giornalisti dell’ultim’ora, senza conoscere cosa significhi fare giornalismo realmente.

In tutto ciò elicotteri e personale “sanitario”, starebbero spargendo nell’aria disinfettante per contrastare il contagio del corona virus, “Cosa stiamo respirando?” si domandano in molti! Alcuni pensano ci stiano dis- infe(s)ttando di sostanze pesticidi per farci morire come sorci.

Per gli stessi di cui sopra, in realtà il covid-19 non sarebbe così pericoloso, e addirittura non esisterebbe in forma così aggressiva, in realtà si tratterebbe di una tecnica di distrazione di massa, dalla III Guerra Mondiale, appurato il fatto che se vi fosse un conflitto mondiale, saremmo già al V o VI episodio della saga, un po’ come Guerre Stellare della Lucas Film.

Infine, si fa per dire, scenari apocalittici si aprono all’orizzonte con il genere umano che uscirà da questo “momento”, trasformato, come rigenerato e finalmente appacificatosi con sè e con il mondo intero; finalmente si ripenseranno i cicli produttivi, lo sfruttamento delle risorse naturali ed umane, si riformulerà il mercato produttivo e del consumo ed anche quello del lavoro; si apriranno nuovi scenari per mettere in campo il potenziale umano, depurato dalle sue bieche intenzioni.

C’è poi chi vede in questa pandemia la possibilità di una crescita, del genere umano tutto, specie nelle aree settentrionali del globo, quelle dove il corona virus sarebbe apparso e si sarebbe diffuso alla rapidità della luce; quelle stesse aree in cui la produzione massiva e lo sfruttamento delle risorse ha inabissato l’uomo ad una degenerazione sociale e disumana del suo stato, non sarebbe un caso che le zone al di sotto dell’equatore, quelle stesse zone che sono il Sud del Mondo, sarebbero attualmente, le meno colpite dal covid.19, forse solo perchè a temperature e tasso di umidità così elevato il virus non troverebbe ambiente fertile per la sua diffusione.

Il New Scientist sosterrebbe che il virus non ha avuta rapida diffusione, nonostante i rapporti commerciali del “continente nero” con la Cina, grazie anche alle misure di quarantena a cui sono stati posti i turisti e chiunque giungesse da altre aree del pianeta. Inoltre sembrerebbe che, a parere degli esperti, il covid-19 in quella regione del pianeta, potrebbe essere asintomatico e quindi anche il suo manifestarsi sembrerebbe meno evidente e più subdolo, resta comunque un dato curioso che nello scacchiere globale i focolai più evidenti siano sopra la linea dell’Equatore?

Chiosando: se la guerra commerciale, sino americana, dopo i dazi imposti da Mr.President al mercato cinese, si stiano combattendo su un altro fronte, questo è ancora dato da scoprire, o meglio al momento non si vedrebbe nessuna connessione tra il corona virus e la “guerra batteriologica” di cui qualche buon tempone si sia riempita la bocca, pure bisognerebbe valutare se lo “Zar” Putin non abbia intenzione di ripristinare “l’armata rossa” e così su un altro fronte si riaccenderebbero per i “nostalgici” i sempiverdi canti dei “compagni”, trovando però sul fronte occidentale una cortina di unità USA pronte a fermare l’avanzata post comunista.

Insomma…noi abbiamo lanciato solo l’incipit, ora la sceneggiatura la lasciamo a voi che ci leggete appassionatamente.

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.