Oggi 13 Dicembre si celebra Santa Lucia, la giornata più corta che ci sia, ma…

 

 

 

di Cristian Arni

 

 

 

 

“A Santa Lucia nu passe ‘e gallina, a Sant’Aniello nu passe ‘e pecuriello”

 

 

Martire cristiana, Santa Lucia è entrata totalmente nell’immaginario collettivo per varie ragioni.

A dispetto di alcune credenze, intanto, è bene ricordare che non è vero che il 13 Dicembre sia il giorno più corto dell’anno, quello con meno luce; in realtà questo avviene il giorno del Solstizio d’Inverno, tra il 21 e il 22 Dicembre.

Non è del tutto inesatta però la credenza che fonda le sue radici nella notte dei secoli; infatti, ben prima della riforma del Calendario Gregoriano, così chiamato dal suo riformatore, Papa Gregorio XIII nel 1582, il Solstizio di Inverno avveniva tra il 12 e il 13 Dicembre, ecco spiegato il gap.

Ora capiremo il nesso con la martire siciliana, era infatti Santa Lucia nata a Siracusa, questo però non le impedì di diffondere il suo culto, tanto celebrata nei paesi nordeuropei, precisamente in Svezia, ma come?!…Dalla Sicilia al Nord- Europa?

Ebbene si, perchè a quelle latitudini, come ben sapete, le ore di buio superano di molto quelle di luce durante la stagione invernale, ed essendo stata Santa Lucia martire vittima della grande persecuzione da parte dell’Imperatore Diocleziano, poichè non volle abiurare la fede cattolica per quella pagana, venne dapprima torturata con il fuoco e successivamente decapitata. Tanta la sua venerazione che, sia la Chiesa Cattolica che quella Ortodossa, ne conservano il culto e le celebrazioni; Lucia è una delle sette vergini menzionate nel Canone Romano; il suo culto è tanto diffuso che dalla Sicilia è giunta in Svezia, dove anche la Chiesa Luterana ne celebra la ricorrenza.

E forse proprio perchè il suo nome, etimologicamente significa luce, dal latino Lux poi Lucia, ecco che nell’oscurità dell’inverno nordico la Santa è portatrice di luminosità proprio nel giorno a lei dedicato, celebrato in tutto il paese con canti, dolci e candele a simboleggiare appunto la luce dell’alba.

 

 

 

 

In realtà la raffigurazione della Santa con gli occhi cavati e posti su di un piatto, o dentro una coppa, rimanderebbero più che al martirio vero e proprio, al fatto che Lucia sia identificata come colei che protegge la vista, che appunto dona la luce nell’oscurità; infatti la martire è protettrice di quanti soffrono di problemi alla vista.

 

 

E così, per tornare alle origini del suo culto popolare, ecco anche spiegati i motti e i proverbi che traggono spunto da queste credenze, ossia il fatto che nel giorno della sua celebrazione, le ore di luce diminuiscano in attesa del suo arrivo all’alba che sigla l’arrivo della luce.

E’ infatti in questo giorno che lentamente le giornate si accorciano ancor di più e già dal 14 di Dicembre, lentamente prendono ad allungarsi molto lentamente, come recita il proverbio dialettale sopra questo articolo riportato.

Noi vogliamo semplicemente racchiudere in questo scritto una sintesi, trattando i punti salienti e le peculiarità del suo significato, trattandole in poche righe con l’augurio che veramente Santa Lucia possa portare un po’ di luce ovunque, a tutti, specie in questo momento che stiamo brancolando nel buio.

 

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *