Notizie raccapriccianti che non vorremmo mai sentire

di Cristian Arni

Ci scusiamo con i lettori per il tema e alcuni termini raccapriccianti, purtroppo non abbiamo trovato sinonimi edulcoranti per certe nefandezze del genere disumano della peggior specie.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ sconvolgente, “degno” del peggiore dei film del genere Horror. Ciò che si apprende dal quotidiano Il Messaggero ha dell’incredibile.

Operatori AMA che sezionano cadaveri per l’estumulazione, trascorsi i 30 anni dalla tumulazione. E’ un twitt dell’On. Giorgia Meloni che attacca immediatamente il Sindaco Virginia Raggi e chi si è macchiato di uno scempio simile.

Quindici persone coinvolte, tra cui operatori AMA, indagati in quella che è una notizia più da Venerdì 13 (il film Horror di J.Carpenter) che da Venerd’ 17.

La Polizia di Stato avrebbe registrate immagini con telecamere nascoste tra vasi per riprendere quanto veniva eseguito dai dipendenti, le immagini sono raccapriccianti, non ve ne forniamo nè il video, che potete tranquillamente trovare online, nè la descrizione, ma credeteci che la realtà supera l’immaginazione del più allucinato regista del genere.

E’ pur vero che di primo impatto la notizia che vede, nuovamente al centro delle cronache il Cimitero Flaminio, è raccapricciante, ma ovviamente ora nelle indagini si spera verrà fatta chiarezza su questo orrore.

Tra i reati contestati c’è il “vilipendio di cadavere”, ad opera di quelli che non sono uomini, ma bestie della peggior serie, almeno per quanto ci riguarda. Non ci sono attenuanti nè scuse, per noi sarebbe carcere immediato, tutto il resto sarà un metter “toppe” su una situazione vergognosa.

Come viene riportato dai media e da Giorgia Meloni, le persone implicate in questo…schifo, sono persone che non si sono fatte scrupolo delle loro aberranti azioni deplorevoli.

Va detto però che se è vero che dopo trenta anni bisogna rimuovere il corpo del defunto dal loculo è altresì vero che si può rinnovare la tassa, la concessione per prorogare la permanenza nel fornetto, altrimenti esiste l’ossario comune ove mettere i resti decomposti.

Nel caso specifico pare che i corpi si siano conservati in condizioni tali che sarebbe stato più opportuno cremare e invece cosa pensano di fare per risparmiare, sezionano i cadaveri per gettarli nell’ossario comune.

Ci sarà davvero di che indagare in merito a questa e altre vicende che vedono coinvolto il luogo dell’eterno riposo che pare più il luogo dell’eterno tormento.

 

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *