MOSTRA KYOTO E LE QUATTRO STAGIONI

da redazione
Da ormai qualche giorno stiamo dedicando spazio alla tradizionale cultura giapponese dell’ Hanami- 花見, la Sakura- さくら . In Giappone la Primavera è una stagione molto sentita e partecipata; alcune città sono dei veri e propri luoghi culto dove ammirare la fioritura dei ciliegi- Cherry Blossom, e il legame del popolo giapponese con i concetti di: bellezza, armonia, equilibrio, si coniugano un po’ in tutti i campi della vita quotidiana, nell’arte come nell’architettura, nella cucina tipica giapponese come nell’attenzione verso la natura che si esprime nella cura dei tipici giardini giapponesi, simbolo di questo essenzialismo, minimalismo che diffondono un senso di armonico equilibrio visivo e spirituale tipici della Cultura Zen. Per farsi un’idea di quanto stiamo dicendo potrete visitare la mostra fotografica “Kyoto, le quattro stagioni” opere di Mizuno Katsuhiko, dal 25 Febbraio al 6 Maggio presso l’Istituto Giapponese di Cultura a Roma. Per tutte le specifiche del caso rimandiamo sotto e al link di approfondimento dell’Istituto, buona visita!

 

Immagine proveniente dal sito internet dell’Istituti Giapponese di Cultura a Roma- https://jfroma.it/giardini-giapponesi/

 

Presentazione:

Fotografie di Mizuno Katsuhiko

Mizuno Katsuhiko
Nasce a Kyoto, quartiere Kamigyō, nel 1941. Laureatosi presso il dipartimento di Letteratura dell’Università Dōshisha di Kyoto prosegue gli studi al Tokyo College of Photography. A partire dal 1969, attraverso le sue fotografie, si appassiona ai paesaggi di Kyoto. Esperto di cultura tradizionale giapponese, la sua attività si concentra nel settore editoriale.
Nel 2000 inaugura la galleria fotografica personale Machiya Shashinkan, altresì detta Townhouse Photo Hall. Nel 2002 il suo Lanscapes for Small Spaces viene designato Book of the Year per la sezione Home & Garden, nel noto concorso indetto dal Fore Word Magazine. Ha pubblicato 140 libri, in maggioranza raccolte fotografiche. È membro di Japanese Professional Photographers Society e Japan Society for Arts and History of Photography. Istituto Giapponese

25 febbraio – 6 maggio 2022

Il giardino giapponese, mirabilmente rappresentato a Kyoto, possiede uno stile peculiare rispetto all’omologo cinese – nonostante le influenze culturali e spirituali – o a quelli mediorientali e occidentali, e giunge a noi dopo aver attraversato e assimilato fasi storiche e tecniche. Il giardino giapponese segue le forme della natura. Fa uso dei tre elementi naturali di base – pietra/acqua/piante, con i quali tenta di esprimere, in concreto e talvolta astrattamente, l’assoluta bellezza della natura. Il giardino, all’aperto per definizione, subisce l’influenza dell’ambiente circostante. La vegetazione cresce e col tempo appassisce e muore: l’equilibrio fra la crescita efficace del giardino e la cura ottimale è cruciale per la sua salute. Da sempre i giapponesi nutrono devozione per la natura: luogo dello spirito, fonte di amore, rispetto e timore reverenziale. Le popolazioni più vicine al mare realizzavano laghi artificiali e vi costruivano isole dove celebrare le divinità marine; chi viveva fra le montagne, invece, percependo l’energia vitale emanata dalle grandi rocce, le venerava come ricettacolo divino.

Dal 25 Febbraio 2022 al 06 Maggio 2022

ROMA

LUOGO: Istituto Giapponese di Cultura in Roma

INDIRIZZO: Via Antonio Gramsci 74

ORARI: da lunedì a venerdì 9.00-12.30/13.30-17.00

COSTO DEL BIGLIETTO: Ingresso libero fino a esaurimento posti

TELEFONO PER INFORMAZIONI: +39 06 3224754/94

SITO UFFICIALE: http://www.jfroma.it

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *