“MAMME A SCUOLA”: AL VIA IL PROGETTO DEL III MUNICIPIO PER L’EMANCIPAZIONE

a cura di Cristian Arni

A noi di CHPO sembra una bella iniziativa, una notizia che in questi tempi di olio di ricino, addolcisce un po’ la bocca contro chi vorrebbe ergere muri e barriere, confini e chiusura; facciamo i nostri complimenti al Presidente del Municipio III, Giovanni Caudo, all’Assessora alla Scuola in III°, Claudia Pratelli e a quanti si adoperano per favorire e costruire politiche di partecipazione e buone pratiche.

 

COMUNICATO STAMPA

 

“MAMME A SCUOLA”: AL VIA IL PROGETTO DEL III MUNICIPIO PER L’EMANCIPAZIONE

Immagine dal web

Roma, 6 novembre 2019 – Ieri, presso l’istituto IC Fidenae, si è tenuta l’assemblea di presentazione del progetto Mamme a scuola, l’iniziativa totalmente gratuita che permette alle mamme di bimbi e bimbe straniere, di seguire corsi di italiano nello stesso istituto dei propri figli e in orario scolastico. L’obiettivo è favorire traiettorie di emancipazione femminile e di supportare i percorsi di apprendimento dei minori di origine straniera.

 “Il progetto, l’unico nel suo genere a Roma e reso possibile dalla collaborazione con il CPIA Roma1 – spiega Claudia Pratelli, Assessora alla scuola del III Municipio – contrappone ai discorsi e alle pratiche di odio di chi costruisce nemici e steccati, una pratica di inclusione di base, rivolta principalmente alle donne, perni centrali della mediazione culturale, ma spesso a rischio in termini di marginalità e segregazione. La conoscenza della lingua italiana, infatti, è il primo tassello fondamentale di quel  processo di integrazione in grado di produrre un circolo virtuoso a beneficio di tutti: delle mamme perché siano più indipendenti e partecipi della vita sociale, dei figli nel loro ciclo di studi  ma anche di ciascuno di noi, perché una società più coesa e integrata è una società in cui tutti possiamo vivere meglio. Le lezioni partiranno subito, già dalla prossima settimana, e si svolgeranno il lunedì e il giovedì mattina proprio per venire incontro alle esigenze familiari delle partecipanti” conclude l’Assessora.

 

Nel III Municipio le mamme immigrate che non parlano italiano possono andare a scuola gratuitamente” commenta Giovanni Caudo, Presidente del III Municipio in una nota. “Se non puoi parlare sei meno libero. C’è chi va in giro per i mercati di Roma soffiando sulla rabbia e lo scontento; qui nel terzo coltiviamo l’idea di una Roma città del mondo. Abbiamo questa ambizione e il bello è che si può fare!

All’incontro di ieri, oltre alla Pratelli, hanno partecipato anche Angela Silvestrini, consigliera del III Municipio, Luca  Fiorillo (vicepreside dell’IC Fidenae); Maria Luisa Valentini e Antonella Miceli, entrambe docenti del CPIA e numerosissime (ed entusiaste) mamme –ma anche molti papà- prevalentemente di origine bengalese e africana.

 

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *