LA ROMAOSTIA DEI RECORD, parte seconda

da redazione

Concludiamo con questo ulteriore comunicato la nostra rassegna dedicata alla 47^ edizione della Mezza Maratona Roma- Ostia. E’ stata una edizione caratterizzata da ottimismo, voglia di andare avanti a dispetto di quanto è capitato da due anni a questa parte e nonostante i tristi sviluppi di una situazione internazionale che speriamo si concluda presto nel migliore dei modi per tutti. A tal proposito ci tengo a sottolineare la bellezza del messaggio che alcuni partecipanti hanno manifestato visibilmente sventolando la bandiera della Pace e di quelli che hanno corso con i colori ucraini sul viso, nell’abbigliamento, sicuro che quanti hanno preso parte alla manifestazione sportiva portavano nel cuore il popolo ucraino e russo. E’ stato bello il pre- gara, emozionante, quando dalla regia gli speaker hanno invitato i partecipanti alla Roma- Ostia a fare un applauso agli amici russi ed ucraini inviando così idealmente, la nostra vicinanza a quanti in questo momento stanno, purtroppo, soffrendo a causa della guerra.

Cristiano Arni, direttore responsabile CHpress 

Comunicato Stampa

Roma, 6 marzo 2022. La 47^ edizione della RomaOstia Half Marathon si è rivelata, come era nelle aspettative, una grande festa di sport e partecipazione. L’atteso evento, che dopo due anni è tornato a svolgersi nella sua tradizionale data di marzo, oltre alla grande partecipazione, ha regalato risultati straordinari dal punto di vista tecnico decretando ancora una volta il successo di questa manifestazione organizzata da GBSRun, in partnership con RCS Sports & Events, che hanno permesso di demolire i record, maschile e femminile.

Tutte le strade portano a Roma, tranne una”, questo lo slogan di una manifestazione che ha coinvolto tantissimi appassionati di corsa, sia italiani sia stranieri, tra cui runner di nazionalità ucraina e russa, uniti e vicini per celebrare la magia dello sport e sperando nella fine della guerra.

In questa occasione i protagonisti della gara hanno demolito i precedenti primati della RomaOstia facendo registrare prestazioni di assoluto livello mondiale, performance che, oltre al valore degli atleti in gara, va ascritto alla bontà del percorso, rinnovato negli ultimi mesi, particolarmente veloce e già apprezzato a ottobre da tutti i runner, e alle perfette condizioni meteo che hanno permesso di offrire il meglio delle proprie possibilità.

Si archivia un’edizione davvero straordinaria che ha fatto registrare altri numerosi record. Stabilito il secondo tempo dell’anno al mondo maschile, il sesto tempo di sempre al mondo nella storia e si è confermata come la mezza più veloce di sempre su suolo italiano con ben sei atleti scesi sotto l’ora, a testimonianza dell’eccezionalità di questa competizione.

Abbattuti entrambi i record, maschili (00.58.44) e femminili (1.06.38), della RomaOstia.

Il keniota Sebatian Kirimu Sawe ha tagliato per primo il traguardo della gara maschile con il tempo record di 0.58.02, precedendo l’etiope Gemechu Dida Diriba che ha fermato il cronometro a 0.59.21. Terzo il keniota Leonard Langat Kipkoech, giunto al traguardo con 0.59.22. Per tutti il record personale sulla distanza.

Sebatian Kirimu Sawe – primo uomo al traguardo – ha dichiarato raggiante al traguardo: “Questa di oggi è la mia seconda gara in Europa, le condizioni per correre erano fantastiche. Sono felice ed emozionato per questo risultato ottenuto. Da oggi si aprono per me orizzonti incredibili.”

Eyob Faniel, primo italiano, si è classificato all’ottavo posto con 1.00.36 “Sono soddisfatto del risultato di oggi. La risposta che volevo in vista di Boston. Si torna in Kenia già nei prossimi giorni. Abbiamo ancora tanto da fare”. Queste le impressioni a caldo dell’atleta delle Fiamme Oro Padova.

La gara femminile è stata dominata dalla keniana Irene Kimais che ha firmato un eccellente 1.06.03, precedendo l’etiope Kadir Madina Mehamed (1.07.09). Terza Demise Shure Ware, l’altra etiope, che ha stoppato il crono a 1.08.17.

Irene Kimais, al termine delle sue fatiche ha raccontato la sua giornata. “Sono felicissima di questo successo. Non avevo mai corso in un contesto simile. Ho fatto il mio personale e il record del percorso, cosa volere di più oggi! Se devo analizzare questa prova, ammetto di essere partita troppo velocemente e di aver fatto un po’ di fatica negli ultimi 3 chilometri. Ma il calore del pubblico mi ha aiutata a finire al meglio la gara”.

Prima delle italiane Rebecca Lonedo che ha chiuso la gara con 1.13.12.

Hanno completato la 47esima edizione della RomaOstia Half Marathon 5680 partecipanti. Il rapper Ghemon, tra i partecipanti di oggi, ha chiuso la sua prima RomaOstia con il tempo di 1.42.41.

Laura Duchi, Race Director della RomaOstia Half Marathon: Momenti come la partenza e l’arrivo della RomaOstia, regalano a noi organizzatori, un’emozione unica e una carica che ci ripaga del lavoro intenso che dedichiamo al nostro evento. Vedere così tanti partecipanti, dopo due anni davvero complicati, è stata un’emozione incredibile. Ci auguriamo che tutti i runner e i nostri partner abbiano potuto apprezzare la passione che il nostro grande staff dedica a una competizione unica, vero patrimonio della nostra città e di tutta Italia. Vi aspettiamo il prossimo anno per la 48esima edizione”.

Alessandro Onorato, Assessore ai Grandi Eventi, Sport e Turismo di Roma Capitale: Con la mezza maratona RomaOstia torna finalmente uno degli appuntamenti più attesi del podismo europeo. Non possiamo però dimenticare il dramma di una guerra assurda che sentiamo così vicina e che ci addolora nel profondo. Per questo, oggi abbiamo voluto dedicare il momento dello start a tutto il popolo ucraino, che sta patendo enormi sofferenze. È bello che proprio da qui, dal popolo dei runner che si cimenta in una gara all’insegna della lealtà, del rispetto dell’avversario e dell’amicizia, arrivi forte e chiaro un messaggio di pace. E noi, come amministrazione, intendiamo continuare a sostenerli e incoraggiarli con determinazione.”

Mauro Accroglianò, chief commercial officer di Acea Energia, ha dichiarato: La RomaOstia Half Marathon si conferma una delle manifestazioni sportive più importanti d’Italia e in grado di attrarre i migliori atleti da tutto il mondo con la sua straordinaria capacità organizzativa e l’incredibile fascino del suo percorso. Acea, anche quest’anno, ha voluto consolidare la partnership confermando la forte vicinanza al territorio in cui il Gruppo opera da più di 110 anni”.

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *