FRANA CASTEL GIUBILEO, CAUDO: FONDAMENTALE ASSICURARE LA CONTINUITÁ DELL’ASSISTENZA ALLOGGIATIVA AGLI SFOLLATI DI CASTEL GIUBILEO

a cura di Cristian Arni

Ne avevamo già parlato in precedenza pubblicando il comunicato stampa a riguardo e ora torniamo a pubblicare il nuovo comunicato stampa pervenuto in redazione dalla segreteria di presidenza del III Municipio, ringraziamo la Dott.ssa Alessandra Accardo e il Presidente Giovanni Caudo.

COMUNICATO STAMPA
FRANA CASTEL GIUBILEO, CAUDO: FONDAMENTALE ASSICURARE LA CONTINUITÁ DELL’ASSISTENZA ALLOGGIATIVA AGLI SFOLLATI DI CASTEL GIUBILEO
“Prima le persone poi la burocrazia”
Roma, 13 febbraio 2020 – “I 30 giorni di assistenza alloggiativa assicurati dalla Protezione Civile alle 9 persone ancora sfollate dopo la frana che ha reso inagibili le loro abitazioni a Castel Giubileo scadranno sabato 15 febbraio. La gestione della situazione richiede la massima cura e tempestività. Il Municipio – commenta Giovanni Caudo, Presidente del III Municipio in una nota – non ha gli strumenti per proseguire l’assistenza: disponiamo unicamente del contributo alloggiativo che però non è adeguato a una situazione di emergenza trattandosi di un mezzo di assistenza alle famiglie già in affitto, utile solo per pagare il canone. Il consiglio municipale, con tutte le forze politiche, ha già chiesto la settimana scorsa di assicurare il prosieguo dell’assistenza alloggiativa oltre i trenta giorni stabiliti. La stessa Protezione Civile in un’apposita comunicazione del 7 febbraio scorso ha notificato alla sindaca Virginia Raggi la scadenza dell’assistenza e la necessità di considerare un intervento straordinario. Al momento, però, nulla di ciò è stato ancora fatto”.
“Siamo in contatto  – aggiunge Caudo – con la prima cittadina e auspichiamo una soluzione che eviti ulteriori disagi alle 9 persone, una delle quali affetta da Parkinson e due minori. Chiediamo di intervenire con un atto straordinario affinché si prolunghi di altri 30 giorni la sistemazione in albergo il cui costo può essere poi compensato dal privato responsabile della frana. Prima le persone poi la burocrazia, tanto più se le persone sono vittime di disastri che non dipendono da loro. Sono convinto che la Sindaca saprà offrire loro il più pieno sostegno per non lasciarli soli in questa situazione di conclamata difficoltà”.

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.