Esce nelle librerie dal 12 ottobre il libro su Maurizio Nichetti dal titolo “Parola al mimo” edito da Asylum Press Editor in collaborazione con Imp[O]sible Book

a cura di Cristian Arni
Riceviamo e pubblichiamo il seguente Comunicato Stampa; Maurizio Nichetti è un’artista “atipico” del panorama italiano, atipico perchè esce fuori dai canoni del cinema “all’italiana”; è un artista che così, a occhio, dà l’idea di esser arrivato da un altro pianeta, un pianeta che possiamo associare al Comics, al mimo, alla TV, al Teatro, alla carta stampata, sembra un “personaggio” uscito da un fumetto, disegnato da se stesso. Nichetti proviene da un Universo parallelo ed è bello che ci sia, che esista un’artista del genere in un paese che a fatica accoglie figure così trasversali. Del resto chi poteva dare parola Mimo, che per antonomasia rappresenta con il corpo ed il gesto la propria comunicabilità; questa antitesi e pseudo- traslitterazione è racchiusa  nel titolo, semi provocatorio, del suo ultimo libro “Parola al mimo”, come può un mimo avvalersi della parola? Vi risponderà proprio lui, Maurizio Nichetti tra le pagine di questo libro. Buona lettura!
Sarà presentato sabato 12 ottobre alle ore 14:00, all’interno del Festival Stranimondi di Milano, il libro “Parola al Mimo” primo volume della collana Voci di Dentro, dedicato al Maestro del Cinema Italiano, Maurizio Nichetti, anch’esso presente all’incontro con il pubblico.
Il libro, edito da Asylum Press Editor e Imp[O]ssible Book, è un viaggio fatto di racconti, cinema, riflessioni, studi e immagini su uno dei registi più surreali del nostro cinema, innovatore e precursore dei tempi, capace di sperimentare e segnare indelebilmente il cinema di animazione italiano e non solo.
“Parola al Mimo” è un volume denso di significato, all’interno del quale una lunga chiacchierata con il Maestro milanese ci consente di ripercorrere non solamente il suo cinema e lo sviluppo delle tecnologie che hanno segnato gli ultimi 40 anni, ma soprattutto di contestualizzare un cinema all’interno dell’evoluzione sociale del nostro paese. Dai primi esperimenti di animazioni presso lo studio Bozzetto, agli sviluppi e alle idee condivise con Guido Manuli, passando per le stravaganze televisive di Quo Vadiz? e in Pista!, e a quell’intervista a Silvio Berlusconi mai andata in onda.
Maurizio Nichetti ha ridisegnato le intenzioni cinematografiche di un genere in progressivo sviluppo sfidando pellicole come Fantasia e Chi ha incastrato Roger Rabbit, arrivando a ridefinire il senso intero dell’accezione animazione.
All’interno del volume, curato da Claudio Miani e Gian Lorenzo Masedu, sono presenti tre saggi tecnici, un’intervista al Regista, fotografie e disegni inediti, alcuni dei quali firmati tra gli altri da Giorgio CavazzanoLeo Ortolani, Furio Scarpelli.

Author: Cris