DIARIO DELLA RISORGENZA INVISIBILE E DELA BUROPOLITICA

di Antonio Saccà

 

 

 

 

Non intendo avventurarmi in territori a me poco noti ma apprendo notizie, del resto già correnti adesso reiterate in forma decisa, che il Virus così terribilmente omicida sarebbe una Coagulazione Intravascolare Disseminata(CID), la quale suscita grumi trombotici, agendo in tempo con la fluidificazione del sangue si vince con facilità, soltanto nei casi in cui la fluidificazione non riesce si giunge alla polmonite interstiziale doppia. Ne viene che le direttive del Ministero della Salute sulla ventilazione sono state mortali, insomma dobbiamo a cure improprie la morte di moltissimi. Il non aver consentito o sconsigliato le autopsie ha impedito di conoscere la verità. Che sia stato un errore, lo ignoro. Che sia un errore voluto, spaventoso supporlo. In ogni caso, pare sia proprio questa la malattia tanto orribile, fosse così l’intero edificio che si sta costruendo, a cominciare dai vaccini, sarebbe un castello in aria. Ma qualcosa di vero ci sarà, fin da principio alcuni medici indicarono negli antinfiammatori, nell’eparina una via di salute, l’eparina è anticoagulante, anti trombosi. Mi fermo, non è un terreno dove procedo da me. Riferisco.

Un altro tema sul quale mi limiterò a esporre è quello ambientale. Molti collegano il Virus all’ambiente inquinato, polveri sottili, aria statica, rifiuti, industrie… Che la malattia esploda nelle zone industrializzate e assai meno o niente affatto nei territori non industrializzati dimostrerebbe la relazione tra ambiente insano e malattia. Come rimediare? Con l’eliminazione dell’energia dovuta ai fossili e l’uso delle energie rinnovabili? Alcuni dubitano che le energie rinnovabili bastino al bisogno di energie e propongono l’energia atomica, che sarebbe potente, pulita e sicura. Mi limito a riferire.

Altra questione: demografia. Ed entro in territorio che analizzo da anni. Ebbene siamo il Paese meno prolifico del mondo, con gli spagnoli, ci dimezziamo ad ogni generazione, generiamo un figlio per coppia, abbiamo anche scarsa fecondità, e però siamo circondati o prossimi ad un Continente fertilissimo, l’Africa, che in pochi decenni accrescerà di un miliardo la popolazione. Dove verranno gli africani se non in un Paese che decurta le sue nascite ossia l’Italia? Per informazione, se a qualcuno non spiace essere ripopolati da stranieri, niente da dire, ma se a qualcuno dispiace che il proprio Paese non abbia il popolo “proprio”, il popolo nazionale, che dobbiamo dire, che è una grande conquista avere più stranieri che nazionali? Eppure sarà questo il nostro futuro, se prosegue la nostra non procreazione.

Sostituzione della robotica, della digitalizzazione, dell’intelligenza artificiale al lavoro umano, in larga misura. E’ il campo che ho studiato maggiormente, rilevando il colossale effetto sui sistemi produttivi e sociali. Attualmente vive un rigoglio, basti pensare al lavora da casa, alle vendite online…Ne ho scritto assai, libri, saggi, articoli. Mi limito a delle considerazioni semplici: se queste novità tecnologiche vengono usate per sostituire il lavoro umano sarà il disastro, avremo disoccupazione inguaribile, a cui non potremo rimediare con forme di piccole assistenze come propone qualche partito nel nostro Paese. Se invece queste poderose forze produttive diffondono la loro potenza produttiva per l’intera popolazione umana, per dire: i Robot lavorano guidati dall’ Intelligenza Artificiale predisposta dall’uomo ma la produzione sconfinata viene data a lavoratori anche se costoro lavorano pochissimo, in tal caso non avremo da invidiare, almeno in terreno materiale il paradiso terrestre, giungeremo a produrre immensamente per tutta l’umanità, purchè sia una produzione suscitata per tutta l’umanità. Se invece si vogliono soltanto disoccupare gli operai e trarre profitto dai Robot, sarà il disastro, avremo milioni di disoccupati alla fame. A meno che non li si occupi nella “qualità” della vita Tornerò sull’argomento.

Infine: biotecnologie trans specie, combinazioni di codici genetici di animali selvaggi con gli umani, iper- vaccinazioni, microchip sottocutanei, smart- phone che ci spiano, 3G, 4G, 5G …siamo ormai animali da esperimento, noi uomini. Una combinazione tra politica e medicina. La medicina come mezzo per ottenere potere politico? Sicuro. Ma anche il potere della medicina (case farmaceutiche specialmente). Questo modo di affermare il potere non soltanto è terrorizzante ma altera l’uomo. I robot sono altra cosa da noi, il potere della medicina fa diventare “altri” noi! Da reagire usque ad mortem.

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.