DIARIO AL TEMPO DELLA GRANDE PESTE E DI PICCOLE PESTI

Editing, Copywriting Cristian Arni

Ultimamente ci stiamo occupando molto di corona virus, come potrebbe essere altrimenti data la situazione?! Lo facciamo a modo nostro, sperando di stimolare un dialogo, o se non altro un pensiero più profondo in merito. Condivisibili o meno, le idee veicolate su queste pagine, sono idee che ci aiutano comunque ad avere un punto di vista altro sugli effetti di questa pandemia, e noi ringraziamo chi ci stimola inviandoci i suoi contributi, grazie al Prof. Antonio Saccà.

 

 

post del 18/03/2020 (con un giorno di ritardo rispetto la tabella di marcia per questioni indipendenti dalla redazione)

17/18 marzo del 2020 l’Italia, e mezzo mondo sopraffatti da questo Virus che ammala ed uccide, tiene ciascuno di noi in sospetto di ammalarsi, non è ancora chiaro, gli scienziati studiano: taluni sono di avere delle soluzioni anti- virali possibili, intanto decine , centinaia di persone giorno su giorno muoiano, migliaia giorno su giorno contaminate, c’è bisogno di respiratori artificiali , addirittura di mascherine, la gente muore lo stesso e soltanto anziani, persone di mezza età, i bambini sembrano risparmiati e le donne colpite meno degli uomini, perchè? Andrebbe studiato Bloccati i confini esterni all’Unione Europea, in certo modo anche gli interni, e gli interni delle stesse nazioni, ad esempi in Italia. Teoricamente in linea di principio ogni individuo dovrebbe vivere da solo, chiuso, recluso, in maniera che il Virus non oltrepassi da noi o passi a noi…Ripetono, lavarsi le mani, non stringere le mani, non porre le mani in bocca, naso, occhi, non abbracciare, non uscire, se hai febbre chiama, se tossisci….Un medico napoletano sostiene l’efficacia di un farmaco usato per disturbi reumatologici, anche in Olanda vi sarebbe un farmaco, anche all’Istituto Negri, a Bergamo… Le misure governative valgono poco, pochissimo ,anche se sono al solito decantate e fanfaronate… La politica delle comunicazioni, il messaggio diventa realtà,un autentico culto della menzogna, dell’inganno. Che queste misure siano vacue lo si vede dalla Borsa, un minimo rialzo, credo, ieri, oggi, 18, strapiombo e vertigine del differenziale(Spread). Anche negli Stati Uniti.. La gente non ha paura di disobbedire, vuole vivere la vita liberamente quei pochi anni che ci sono dati. Bisognerebbe accettare i limiti, stare in casa, non contaminare e contaminarsi, per la felicità, non come sacrificio e soltanto sacrificio, un sacrificio interno alla gioia di vivere e per la gioia di vivere. E leggere buoni libri, ascoltare buona musica(ieri un Don Pasquale, diretto da Riccardo Muti, e dimentichi di stare chiuso), non sottometterti alla noia, esaltati da te. Incredibile, XXI secolo e sembra il XII, la Scienza ci sta deludendo, torna la vittoria della Natura sull’uomo, e la paura di morire indifesi. Il Pontefice ha chiesto a Dio di fermare il Virus. Vediamo che stabilisce Dio. Però era preferibile non rivolgergli questa preghiera, sembrerebbe quasi che Dio abbia consentito la presenza del Virus! La faccenda teologicamente sarebbe, è dolentissima, riguarda la volontà di Dio. Questione gravissima.

 

 

Si sta creando una combinazione tra malattia, crisi economica, tensione psicologica che avrà effetti terribili, in questo momento è più grave l’aspetto economico che quello della malattia, anche se ovviamente la vita è più importante dell’economia, ma un crollo economico arrecherebbe guai enormi alla salute , sanità e cure verrebbero depotenziate in modo rovinoso della crisi economica. Le misure del Governo sono piagnevoli, è vacua vanità enumerare cifre per questo, cifre per quall’ altro, questa non è economia, è carità di Stato in debito senza un accenno di proposta di sviluppo , non si devono separare il momento del soccorso con il momento dello sviluppo. Come notavo ,il crollo delle Borse e l’aumento del differenziale (Spread) palesano l’inconsistenza di queste decisioni.In un solo giorno la caduta delle Borse come oggi e l’aumento del differenziale di rendimento hanno bruciato tutta la manovra e SE LE COSE CONTINUERANNO PER GIORNI COME OGGI ci troveremo con le azioni polverizzate, i risparmi al nulla ,e molti vivevano sopravvivevano con questo resti rendimento azionario.Occorre una classe di Governo all’altezza che SCATENI L’ECONOMIA NON SI RESTRINGA AL SOCCORRERE, IN DEBITO. APRIRE I CANTIERI CON TUTTE LE CAUTELE PER LA SALUTE. Noi abbiamo grandi risparmi , si lanci un prestito nazionale, ma questo esige una classe politica affidabile, di grandi mete, di grandi progetti non la micragnosa economia del soccorso di sopravvivenza. Non “Cura Italia”, questa è una dicitura per malati ma CANTIERE ITALIA. Far lavorare la gente in sicurezze, si inventino corazze come per i medici! Dobbiamo impedire che si polverizzi l’economia.

N.B. Sarò ingenuo, ma non riesco a capire:ma se i medici non si infettano o raramente perchè non estendere ai cittadini i ripari dei medici?

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *