Corona virus: In EU si deve cambiare.

a cura di Cristian Arni

La Dott.ssa Silvia Costa ci segnala questo importante messaggio apparso su https://eurodeputatipd.eu/ un articolo che, data l’importanza dell’emergenza sanitaria, ci sentiamo in dovere di condividere con quanti ci seguono; sono al vaglio una serie di misure per fronteggiare le difficoltà correlate al CoViD-19, che verranno presentate al Commissario Gentilni e al Governo per strutturare economicamente l’occupazione e l’economia, due ambiti legati al ciclo produttivo che stanno risentendo degli effetti di questa situazione. Andiamo a vedere nello specifico.

 

 

MARZO 10, 2020
Coronavirus: in Europa si deve cambiare. Le proposte degli eurodeputati PD per agire ora
“La diffusione del Coronavirus nel nostro continente sta procedendo a un ritmo allarmante, e giorno dopo giorno aumentano i pericoli per i cittadini e i danni ai sistemi produttivi. In Europa serve un netto cambio di passo: per questo, come eurodeputati del Partito Democratico abbiamo avanzato al Commissario Gentiloni e al Governo italiano un documento con una serie di proposte da adottare a livello europeo, per contrastare la diffusione della CoViD-19 e i suoi effetti negativi. Intendiamo metterle a disposizione degli europarlamentari di tutte le forze politiche, sperando possano condividerle e supportarle con noi in ogni sede politica e istituzionale. L’Unione Europea non può stare alla finestra: deve agire mettendo in campo un impegno mai visto prima per rispondere all’ emergenza rapidamente e con azioni straordinarie”. Così si legge in una nota degli eurodeputati PD.

“Oggi – proseguono gli eurodeputati – sul fronte sanitario è fondamentale per l’UE e i suoi Stati membri aumentare i fondi per gestire l’emergenza, definire strategie e linee di intervento comune, creare una centrale d’acquisto europea per reperire e smistare i materiali necessari alla prevenzione e alle cure e istituire un Consorzio Europeo di Ricerca sul vaccino per CoViD-19. Ma occorre anche prevedere misure di sostegno all’ occupazione e all’ economia, massimizzare l’impiego degli spazi fiscali attualmente disponibili nei bilanci di ciascun Paese, impedire il blocco delle merci pur garantendo controlli sanitari, attivare un’indennità europea per i lavoratori, prevedere particolare sostegno per i soggetti più fragili, mobilitare risorse con il Fondo Europeo di Solidarietà e con il Meccanismo di Protezione Civile. È tempo agire velocemente facendo sentire l’azione dell’Europa in un momento drammatico.”

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.