Conclusa la 2^ edizione del Marettimo Italian Film Fest, appuntamento d’eccezione tra cinema, ambiente e musica.

 

da redazione

 

Organizzatrice d’eccezione Gabriella Carlucci

 

Dal 20 al 24 Luglio è tornato il Marettimo Italian Film Fest – We love the sea, il festival dedicato al cinema italiano e al mare, alla sua seconda edizione. L’appuntamento, che si avvale della direzione artistica del regista Pupi Avati è organizzato dall’Associazione culturale SoleMar-Eventi con il sostegno del PO FSE Sicilia ed è patrocinato dal Ministero della cultura, dall’Area Marina Protetta e dal Comune di Favignana.

 

Immagine dal Web

 

Protagonista il cinema, con le proiezioni di documentari, film e cortometraggi a cielo aperto tra cui anche 9 produzioni messe a disposizione dal National Geographic, ma anche incontri dedicati all’ambiente e al mare.

Palcoscenico d’eccezione l’isola di Marettimo che, con i suoi 53.992 ettari, è la più grande Riserva marina d’Europa. Il Festival, grazie alla collaborazione di Gabriella Carlucci, vice presidente dell’Associazione Solemar- Eventi, ha stretto prestigiose partnership con i Festival Internazionali di Formentera, Palma di Maiorca, Minorca, Malta, Ortigia, Alghero, Trani, Malta e Montenegro.

Tutela dell’ambiente e il grande cinema italiano sono il cuore di questo evento che accende i riflettori sull’isola di Marettimo – spiega Cettina Spataro, Presidente dell’Associazione Solemar-Eventi – e sul suo incredibile patrimonio naturalistico. Si tratta di un appuntamento importante e innovativo che porterà sulla nostra isola i maggiori protagonisti italiani del grande schermo e che, al tempo stesso, punta ad una fruizione e valorizzazione sostenibile del territorio di Marettimo”.

Marettimo è un’isola felice, incontaminata, non ancora toccata dal consumismo moderno e dove la stessa accoglienza turistica (che non ha quasi alcun hotel) si basa sull’ospitalità dei pescatori locali: Marettimo è il posto ideale per un contatto con la natura e con l’essenza della vita. La stessa vita e natura che il Festival del Cinema di Marettimo vuole raccontare. Abbiamo voluto portare il cinema dove il cinema non c’è, in un’isola senza automobili, senza strade, con pochissime attività commerciali. Ad affiancare il tema cardine dell’ambiente e della sostenibilità i documentari selezionati dal National Geographic, tutti naturalmente dedicati al mare. Anche il cinema finalmente riparte, ritorna alla normalità e lo fa da un’oasi meravigliosa” – Così l’organizzatrice del Festival di Marettimo, Gabriella Carlucci.

 

Gabriella Carlucci, organizzatrice del Festival

 

Ogni sera al porto di Marettimo si è assistito alle proiezioni dei film in concorso: The Armstrongs docufilm di Arthur Neumeier, Nour di Maurizio Zaccaro, L’uomo Delfino di Richard Lowenstein, Burraco Fatale di Giuliana Gamba, Padre Nostro di Claudio Noce, Mediterraneo di Gabriele Salvatores. In gara anche una selezione di cortometraggi e documentari dedicati all’ambiente e alla valorizzazione dell’ambiente marino.

Momento centrale dell’evento la cerimonia di consegna del Premio Stella Maris, di Sabato 24 luglio, condotta dall’attrice e conduttrice televisiva Giulia Arena, ex Miss Italia 2013. Tra gli ospiti: Roy Paci, Sasà Salvaggio e Agostino Penna, il cantante vincitore del “Tale e Quale Show” 2019.

La giuria tecnica del concorso – presieduta da Luciano Sovena, produttore cinematografico ed ex Presidente di Lazio Film Commission è stata composta da: Michele Placido (attore e regista italiano), Fabrizio Romano (attore), Nicoletta Romanoff (attrice), Federica Luna Vincenti (produttrice cinematografica), Ester Pantano (attrice) e Gigi Marzullo (giornalista) – che hanno assegnato i premi ai lungometraggi ed ai cortometraggi e documentari di produzione italiana che raccontano il mare in ogni sua sfaccettatura, ma anche agli attori più votati.

 

L’attore Michele Placido, componente della Giuria del Festival, immagine dal Web

 

Ogni giorno il programma del Festival ha dato spazio ad incontri e dibattiti dedicati al mare, alla sua valorizzazione, alla sostenibilità ambientale. Martedì 20 luglio è stato uno dei momenti più sentiti con il varo, al porto di Favignana, del primo gozzo elettrico delle isole Egadi: Ev-Ita, alimentato ad energia solare, che solcherà il mare dell’arcipelago in modo sostenibile. Non sono mancati momenti di intrattenimento con il concerto del maestro Vince Tempera (martedì 20 luglio), lo spettacolo comico-musicale “Ciak si canta” (mercoledì 21 luglio), il concerto della band Ottoni Animati (giovedì 22 luglio) e la presentazione, in anteprima, del nuovo film di Michele Placido alla presenza del regista (venerdì 23 luglio).

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.