Con gli occhi delle bambine- Atlante infanzia a rischio 2020

da redazione

 

 

 

In vista della Giornata mondiale dell’infanzia e adolescenza, Save the Children presenta il catalogo che fotografa la situazione dei giovanissimi in Italia.

 

Mancano pochi giorni dalla Giornata mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Save the Children, l’Organizzazione che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro,  presenta l’undicesima edizione dell’Atlante dell’infanzia a rischio “Con gli occhi delle bambine”.

La pubblicazione riporta una fotografia della condizione dell’infanzia in Italia, arricchita quest’anno, con un approfondimento sul mondo delle bambine e delle ragazze, per accendere i riflettori sulla loro condizione. I dati e le analisi che si trovano nelle pagine della pubblicazione tracciano un percorso impegnativo, ricco di ostacoli, sfide, problemi per le ragazze.

 

A pochi giorni dalla Giornata mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Save the Children, l’Organizzazione che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro, in collaborazione con l’Ansa, presenta l’undicesima edizione dell’Atlante dell’infanzia a rischio “Con gli occhi delle bambine”, martedì 17 novembre, alle ore quindici, nel corso di un evento in streaming su ANSA.IT

 

 

La pubblicazione riporta una fotografia della condizione dell’infanzia in Italia, arricchita quest’anno, con un approfondimento sul mondo delle bambine e delle ragazze, per accendere i riflettori sulla loro condizione. I dati e le analisi che si trovano nelle pagine della pubblicazione tracciano un percorso impegnativo, ricco di ostacoli, sfide, problemi per le ragazze.

Le nuove generazioni, identificate nella fascia di età più delicata della vita, mostrano tutta la loro capacità di resilienza, il loro saper fare di più anche con meno, ma questo non deve deporre alla privazione, per esempio di quei diritti fondamentali, quali l’Istruzione e la Salute, e tutti i beni primari di sostentamento e condizione sociale.

Ciò non li deve proiettare verso il baratro sociale bensì verso un futuro maggiormente attento alle loro necessità e condizioni di vita, specie in una prospettiva tanto complessa quale questa che stiamo vivendo la pandemia da Covid-19 che rischia di far arretrare la loro condizione e intaccarne i diritti faticosamente conquistati.

Sarà nella giornata di Martedì un appuntamento, rigorosamente online, con Ansa alle ore 15, nel quale si discuteranno le condizioni sociale nelle quali si trovano i nostri ragazzi, lo si farà insieme al Direttore dell’Ansa, Luigi Contu, la Ministra per le Pari Opportunità e la famiglia Elena Bonetti, il Presidente dell’Istat Gian Carlo Blangiardo, il Vice Presidente impresa sociale Con i Bambini Marco Rossi Doria, la Direttrice dell’Agenzia Nazionale per i Giovani Lucia Abbinante, oltre a Raffaela Milano, Direttrice Programmi Italia Europa di Save the Children e alla curatrice dell’Atlante dell’infanzia a rischio di Save the Children, Vichi De Marchi.

Inoltre il dibattito avrà il contributo di Francesco Profumo, Presidente Compagnia di San Paolo e dei ragazzi e delle ragazze di Sottosopra, il movimento giovani per Save the Children. Un viaggio, ricco di dati, elaborazioni e mappe, di voci di esperti e di studiosi, di ragazze e ragazzi, di scrittori, di illustrazioni e fotografie, che aiuteranno a guardare la realtà aggiungendo una prospettiva di genere.

Author: Cris

Rispondi: Tu, si proprio tu, cosa ne pensi? Fai conoscere la tua opinione in merito a questo argomento.