Che Dio t’assista

di Cristian Arni

 

 

 

Milano, i tassisti del Comune Lombardo protestano e lo fanno rispettando le misure di sicurezza anti- Covid. Benchè l’Italia abbia riaperto praticamente tutto, ma non del tutto, oggi 3 Giugno nel capoluogo i conducenti si sono dati appuntamento per una protesta insieme ad un flash- mob per sensibilizzare la situazione di difficoltà riscontrata dopo tre mesi di Stop.

Una bara sagomata in cartone, a rappresentare il funerale della categoria, in difficoltà economiche, portata in “corteo” a Piazza Duomo nel parcheggio del luogo simbolo della città; la categoria si rivolge per un aiuto concreto alla Regione Lombardia, poichè ridotti in ginocchio dalla diffusione del virus che ha fermato tutto il paese i primi di Marzo.

Inscenando l’inginocchiamento simile ai poliziotti americani, per la morte di George Floyd, si sono schierati in maniera distanziata per chiedere un intervento immediato della Regione, altrimenti dichiarano “Non arriveremo a Settembre”.

Occorre dunque una boccata di ossigeno, visti i lunghi tempi di non lavoro ai quali hanno dovuto soccombere, nonostante gli aiuti ricevuti da altri Enti di categoria.

E a Roma, la situazione dei tassisti, rappresentati da tante, forse anche troppe sigle sindacali, com’è?

Author: Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *